Energy manager

Tutti i soggetti consumatori di energia pubblici e privati, persone fisiche e giuridiche, enti e associazioni operanti nel settore industriale, terziario, civile e dei trasporti sono obbligati a nominare l’Energy Manager se nel 2012 hanno consumato più di:
10.000 tep (tonnellata equivalente di petrolio) nel settore industriale;
1.000 tep nel settore civile2.
L’Energy Manager deve svolgere le funzioni seguenti:
individuare le azione, gli interventi, le procedure necessarie per promuovere l'uso razionale dell'energia;
predisporre i bilanci energetici in funzione anche dei paramentri economici e degli usi finali;
supportare il decisore in merito all'effettiva attuazione delle azioni e degli interventi proposti.
La aziende che hanno nominato l'Energy Manager e che hanno realizzato interventi di efficienza energetica possono presentare direttamente i progetti per l'ottenimento dei certificati bianchi relativi al risparmio energetico conseguito.